1

App Store Play Store Huawei Store

Vasino Melani

BIELLA - 21-06-2021 - Una festa. Questa è stata per la scuderia Biella Motor Team la gara di casa, il 10° Rally Lana Storico, che è andato in onda sabato 19 giugno con partenza ed arrivo a Biella. La corsa, quarta prova del Campionato italiano Rally auto storiche, ha visto quasi una trentina di equipaggi della scuderia capitanata da Mattia Vescovo in lizza tra rally e la regolarità sport che si disputava al seguito della gara maggiore.
Scorrendo la classifica finale, i migliori sono stati Andrea Gibello (presidente dell’Automobile Club Biella) e Lorenzo Pontarollo con la loro Ford Sierra Cosworth che, davanti ad una platea qualificata di avversari, hanno conquistato la tredicesima piazza finale e con esse la settima nel 4° Raggruppamento e la quinta piazza di classe. Quattro posizioni dopo troviamo la Ford Escort MKII RS2000 di Valter Anziliero ed Anna Berra che, regalando spettacolo a piene mani alla pari di Gibello, hanno conquistato anche il quinto posto nel secondo raggruppamento ed la seconda piazza nella propria classe d’appartenenza. Subito dietro l’Opel Corsa GSi dei piacentini Alessandro Bottazzi ed Ilaria Magnani autori, come sempre, di una gara generosa che li ha visti arrivare alla fine al nono posto del 4° Raggruppamento vincendo la propria classe.
Posizione numero 23 per l’Opel Ascona A 1900 di Stefano Marchetto e Thierry Bionaz che si sono piazzati sesto nel 2° Raggruppamento conquistando la coppa destinata ai terzi di classe. Dietro a loro nella generale c’è la Porsche 911 SC di Luca Valle e Cristiana Bertoglio, autori come sempre di una gara grintosa, che hanno vinto la propria classe e che nel 3° Raggruppamento hanno ottenuto un buon settimo posto. Dodicesimi nell’affollato 4° Raggruppamento, settimi di classe e ventisettimi assoluti: questo il risultato di Stefano D’Achille e Damiano Poltronieri che si sono presentati al via con un’impegnativa BMW M3.
Posizione numero 30 nella generale, undicesima nel terzo raggruppamento e quinta nella loro classe è il risultato ottenuto da Stefano Canova e Matteo Zanetti con l’abituale Audi Quattro. Bisogna poi scendere alla posizione numero 37 per trovare la Ford Sierra Cosworth su cui Paolo Ferraris dettava le note a Luca Ferrero. Hanno conquistato la quindicesima piazza nel 4° Raggruppamento e l’ottava di classe. Due posizioni dopo nella generale troviamo i verbanesi Franco Vasino e Renzo Melani (Porsche 911 S) che hanno portato a casa l’ottava piazza nel 2° Raggruppamento e la quarta nella propria classe.
All’arrivo anche la Renault 5 GT Turbo di Michele Griffa e Alessandro Carolo che hanno vinto la propria classe chiudendo ventunesimi ne 4° Raggruppamento e cinquantottesimi nella generale. Con la loro Peugeot 309 GTI si sono invece classifica sessantaquattresimi Primino Clerico ed Enrico Friaglia, sesti di classe e ventitreesimi nel 4° Raggruppamento. Appena dietro a loro nella generale la Ford Fiesta su cui Massimo Soffritti navigava Claudio Azzari: per loro vittoria di classe e posizione numero 27 nel 3° Raggruppamento.

Le dolenti note riguardano Claudio Bergo e Maurizio Trombini fermi dopo la prima prova speciale della gara per un problema al manicotto dell’acqua della loro Toyota Celica, il motore ha invece tradito la BMW M3 di Ivo Frattini e Luca Ferraris sulla speciale conclusiva. Nelle prime battute si è fermata anche la Volkswagen Golf GTI MKII di Marco Binati e Corrado Rossetto Guelpa. La Porsche Carrera RS ha tradito Stefano Prosdocimo e Diego Pontarollo, non ha visto l’arrivo neanche la piccola Autobianchi A112 Abarth di Alberto Corsi e Eraldo Botto.

In coda al rally c’erano i diciassette equipaggi che si davano battaglia nel Trofeo riservato alle Autobianchi A112 Abarth. Maurizio Ribaldone e Guido Zanone con la loro vettura hanno conquistato un buon nono posto nella generale e la vittoria di classe mentre il navigatore Luigi Cavagnetto, che correva con Massimo Gallione, ha dovuto ritirarsi nella penultima prova speciale quando occupava le zone alte della classifica.

Per la Biella Motor Team buone notizie anche dalla gara di regolarità sport dove, a testimonianza della bravura complessiva dei suoi equipaggi, ha conquistato il successo nella classifica riservata alle scuderie. I migliori sono stati Massimo Becchia e Luca Becchia, Fiat Ritmo 130 TC, che si sono piazzati quarti non riuscendo, per sole sei penalità, a conquistare l’ultimo gradino del podio. Per loro anche il successo nell’8° Raggruppamento. Enrico Lavino Zona e Francesco Lavino Zona, Porsche 911 SC 3.0, sono finiti undicesimi assoluti e quarti nell’8° Raggruppamento. Marcello Turotti e Francesco Sita, Lancia Delta 16V, hanno chiuso quinti del 9° Raggruppamento e diciassettesimi assoluti, due posizioni davanti a Stefano Sala e Stefano Scardoni su Ford Sierra Cosworth, settimi nel 9° Raggruppamento. Non hanno concluso la gara la Peugeot 205 GTI di Michael Vallese e Lorenza Aralda e Michele Pavan e Cristian Coggiola, presenti con una Ford Escort 1.6 XR3.

Da parte degli equipaggi in gara un ringraziamento va a tutto lo staff della Biella Motor Team che, presso il Parco assistenza nel parcheggio del Centro commerciale Gli Orsi, ha allestito una hospitality ad alto livello per offrire un momento di riposo e di ristoro durante una gara che si è rivelata ancora più dura del previsto a causa del forte caldo. (C.S)

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.