1

App Store Play Store Huawei Store

trino eccellenza

TRINO- 21-06-2021 -- Sarà un rocambolesco spareggio in campo neutro tra Biellese e Rg Ticino a decidere chi andrà in D con l’Asti già promosso nel gruppo B. Nell’ultima giornata di gara il Ticino, che dopo il ko interno contro il Borgovercelli aveva secondo il ds dei rosso-verdi Bratto solo l’1% di possibilità di rientrare in corsa, è stato graziato e avrà la sua grande chances. La Biellese infatti è stata bloccata sul 2-2 a Trino ed ha rischiato addirittura di perdere e di consegnare la promozione diretta ai novaresi, dato che ha giocato per 80’ in dieci uomini a causa di una espulsione, peraltro un po’ severa, di Agnesina. Peggio ancora però ha fatto il Borgovercelli che aveva, sulla carta, l’impegno più semplice. La squadra blù per due volte in vantaggio contro il Lucento si è vista raggiungere e superare ed è passata in pochi minuti dallo spareggio a rimanere fuori da tutto. La gara di Trino è stata bella, emozionante e combattuta. Al terzo minuto i bianconeri di mister Rizzo erano già in vantaggio con una rete di Menabò che ha risolto l’azione  in mischia dopo vari ribatti da corner. Pareva tutto avviato verso una festa, ma come è successo domenica scorsa a Romentino il calcio è imprevebile. Al 10’ infatti arriva il pareggio dei padroni di casa su calcio di rigore firmato da Bissacco, ma soprattutto giunge l’espulsione di Agnesina che ha spinto da tergo Zanotti al momento del tiro. La Biellese accusa il colpo, il Trino non cede spazi mentre sul campo si scatena un fortunale. Nella ripresa i locali vanno subito in gol: Bytyci fugge sulla fascia e mette in area per Bussi che segna di piatto. A questo punto la Biellese sarebbe fuori dai giochi e si riversa in avanti pure in 10. Dinaro respinge però le conclusioni di Artiglia al 18’ e di Latta Kack al 20’ fino a cadere con il colpo di testa in area piccola di Kambo. Nel finale Latta Jack spreca sotto porta il 3-2, ma nel recupero con i lanieri tutti in avanti per poco il Trino non fa il 3-2 in contropiede. Così Biellese e Ticino chiudono a quota 23, pari anche nei gol fatti e subiti e nel ruolino di marcia. Per La Biellese si prospetta ora lo spareggio con l’Rg Ticino: i bianconeri non vedono la D da 12 anni quando dopo la promozione in C non si iscrissero al torneo, il Ticino di patron Presta cerca la prima storica promozione dato che né il Romentino, né il Cerano, le squadre storiche della fusione hanno mai militato in categoria.


LG TRINO – LA BIELLESE 2-2


TRINO: Dinaro 6, Albino 6, Bytyci 6.5 (15’st Veliu ng, 30’st Moracchiato), Bussi 6.5, Baggio 6.5, Francia 6, Roncarolo 6.5, Birolo 7, Zannotti 6 (37’ st Tropolini), Bissacco 6.5, Battista 6. All. Gioia 6.5


LA BIELLESE: Vero 6, Mazzucco 5.5, Facchetti 5.5. Gila 6 (17’st Bonura 6) Schettino 6.5, Agnesina 4.5 , Artiglia 6, Cervato ng (14’ Muzzolon 6.5), Menabò 6.5, Kambo 6.5, Latta Jack 6. All. Rizzo.


Arbitro: Dania di Milano


Marcatori: 3’pt Menabò, 10’ Bisacco su rig, 4’st Bussi, 33’ Kambo.


Note: pioggia nel corso della gara, spettatori 400 circa con larga rappresentanza ospite. Espulso al 10’ Agnesina per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Facchetti, Schettino, Albino, Bytici, Baggio, Francia, Roncarolo, Veliu. Angoli 7-0 per la Biellese. Recupero 1’ e 6’. In uno scontro fortuito il terzino dei padroni di casa Bytyci si è accasciato sul terreno privo di sensi. Il primo ad accorrere il medico della Biellese, Aimone, che ha portato i primi soccorsi. Il giocatore si è ripreso ed è uscito dal campo in barella, le sue condizioni sono poi migliorate.


Maurizio Robberto

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.